coppia abbracciata

Prenditi cura dei tuoi denti!

Per te, check up immediato e senza impegno!

SCOPRI DI PIÙ

Rigetto impianto dentale

Rigetto impianto dentale
Oggi, vi parleremo di come identificare, trattare o prevenire un guasto degli impianti e cosa accade quando si verifica un rigetto impianto dentale.

Quando subiamo un intervento chirurgico per il posizionamento di impianti dentali, lo specialista può praticare un'incisione nella gengiva; Quindi, verrà inserito l'impianto e successivamente dovrà essere eseguita una sutura. Il processo è relativamente semplice e gli impianti in zirconio o titanio sono ben accolti dal corpo, tuttavia la guarigione non è del tutto adeguata e in alcuni casi, potrebbe verificarsi un rigetto impianto dentale. Questa scarsa guarigione è infatti nota (erroneamente) proprio con questa espressione (a volte si parla anche di rifiuto) ma, in realtà, non è una reazione immunitaria da parte dell'organismo nei confronti dell'impianto.

Secondo gli esperti, fortunatamente, solo il 2% delle procedure di impianto dentale fallisce, quindi si può dire che i casi di rigetto impianto dentale sono molto isolati. Tuttavia, è bene identificare quando si soffre di questo. Dolore durante la masticazione, dolore alla gengiva e mobilità negli impianti dentali sono le situazioni più frequenti quando si parla di rigetto impianti dentali sintomi. Quanto sopra significa che questa particolarità può essere rilevata dallo stesso paziente, che dovrà quindi andare dal suo specialista di fiducia e adottare le misure appropriate.

In alcuni casi, il rigetto impianto dentale può comportare la presenza di malattie attorno all'impianto, come mucositi e periimplantite, che provocano una grave infiammazione e perdita di supporto osseo, tutti problemi troppo dannosi per il paziente.

Per evitare di soffrire di tali disagi e dolori, è della massima importanza identificare i quattro momenti che corrispondono al posizionamento degli impianti dentali: vediamo nel dettaglio quali sono.

Impianti dentali rigetto: le fasi del posizionamento

Ecco i quattro principali passaggi previsti nell'installazione di un impianto dentale!

Il primo passaggio è quello preoperatorio. Questo è correlato alle abitudini del paziente, ciò significa che se il paziente soffre di una malattia (e la trascura) come il diabete, il rischio può aumentare. Allo stesso modo, il fumo e / o il mantenimento di una dieta squilibrata aumentano anche le possibilità di un futuro rigetto impianto dentale.

Il secondo momento è durante l'operazione, i cui risultati dipendono ovviamente dallo specialista o dalla clinica; ciò significa che la sterilizzazione degli attrezzi, la qualità dell'impianto e la pulizia dell'ambiente sono fattori chiave per una buona prestazione e un soddisfacente risultato finale.

Al terzo posto ci sono i primi mesi a seguito dell'intervento, (da 3 a 6 mesi), la fase post-operatoria, in cui il paziente deve essere estremamente attento nella sua igiene e nella sua alimentazione, ma la cosa più importante è recarsi costantemente ai controlli indicati dal professionista.

Il quarto e ultimo momento riguarda tutto ciò che ha a che fare con la vita del paziente dopo il recupero. Per questa fase, si raccomanda un'igiene approfondita e,ancora, visite regolari dal dentista, evitando tabacco e cattive abitudini.

In sintesi, le cause più comuni che predispongono il paziente verso un fallimento dell'operazione e, quindi, un possibile rigetto impianto dentale, sono:

- Diabete incontrollato
- Infezioni durante l'operazione
- Tecniche chirurgiche inadeguate
- Traumi durante i mesi di recupero che compromettono l'osteointegrazione
- Malattie ossee che complicano la corretta osteointegrazione
- Fumo
- Abitudini igieniche insufficienti
- Impianti di bassa qualità
- Mancanza di osso di supporto (fallimento del dentista per non aver notato il rischio)

Come accennato, quindi, queste sono le cause più comuni per quanto riguarda l'argomento "impianto dentale rigetto", ma facciamo ancora un'ultima valutazione sul caso, prima di concludere.

Quindi, per prima cosa devi capire che il rifiuto o rigetto impianto dentale non esiste. Si tratta in realtà di una reazione dei tessuti orali correlata al comportamento del paziente o alla procedura dello specialista, poiché il corpo non presenta reazioni immunologiche allo zirconio o al titanio. Nel caso si soffra di tale complicazione, la procedura è semplice ma sgradevole per il paziente, poiché il dolore e il disagio del tempo di recupero possono essere prolungati da due a tre volte rispetto al loro periodo normale. Optare per gli impianti dentali è una saggia decisione quando un dente è andato perso o non è recuperabile in alcun modo, tuttavia è essenziale rivolgersi a un professionista di qualità e affidabile, per non parlare del fatto che la cura dei tessuti e della protesi sono fondamentali per garantire le prestazioni desiderate.
Rigetto impianto dentale