coppia abbracciata

Check up ai denti in omaggio!

Approfittane subito!

RICHIEDI INFO

Bruxismo e cervicale

Bruxismo e cervicale
Se soffri di dolore al collo regolarmente e tendi a svegliarti con la testa pesante e un accenno di torcicollo, è possibile che l'origine dei tuoi problemi risieda in un'abitudine tanto dannosa quanto inconscia. Bruxismo e cervicale sono direttamente correlati e il dolore originato da questa patologia, esteso al collo e alla parte posteriore della testa, colpisce più persone di quanto si possa pensare.

Bruxismo e cervicale, come sono correlati?

Il bruxismo è l'abitudine di mordere e digrignare i denti involontariamente, di solito durante il sonno ma anche durante il giorno, in risposta a stress o tensione. Anche le abitudini alimentari e del sonno potrebbero essere correlate al bruxismo, peggiorando le cose quando non rispettiamo determinate linee guida sane.
Tutti conoscono il tipo di danno che questa pratica può infliggere ai denti. Tuttavia, qualcosa che non tutti sanno è che bruxismo e cervicale abbiano un legame stretto. Per quale motivo?

Molte persone che soffrono di contratture e dolore al collo in modo frequente e sistematico di solito si rivolgono al fisioterapista per alleviare il loro dolore. La sorpresa arriva proprio quando il professionista conferma loro che l'origine del dolore non è da imputare al sistema muscolo-scheletrico, ma al digrignamento dei denti nella loro bocca.

Stringere la mandibola e comprimere tra loro i denti di notte produce una tensione molto forte nell'articolazione temporo-mandibolare, che col passare del tempo si estende alla resto della testa e al collo, causando dolore.

Cervicalgie e mal di testa causati dal bruxismo dovrebbero essere trattati innanzitutto ponendo rimedio a possibili fonti di stress o ansia, ma nel mentre è possibile proteggere i denti dai danni con degli strumenti appositi.

Come correggere bruxismo e dolore cervicale

Normalmente il trattamento per risolvere i dolori legati a bruxismo e cervicale ha lo scopo di ridurre o eliminare lo stimolo che porta la persona che ne soffre a stringere i denti in continuazione. Come malattia di per sé non esiste una cura, ma grazie al posizionamento di una stecca di scarico o bite per bruxismo è possibile limitare molto, se non addirittura fermare, il danno subito.

Le stecche di scarico sono stampi realizzati su misura che, posizionati durante le ore di sonno, impediscono lo sfregamento dei denti. Grazie a queste protezioni, è possibile allentare la tensione e migliorare il riposo notturno. È molto importante che le stecche di scarico siano personalizzate per il paziente. Per assicurare un morso perfetto viene preso uno stampo dei denti del paziente, che verrà utilizzato in seguito per creare il bite per bruxismo definitivo. Adottando un dispositivo del genere, i dolori imputabili a bruxismo e cervicale si allevieranno progressivamente.

Dopo aver usato la stecca per alcuni giorni, il sonno migliorerà per quanto riguarda l'aspetto qualitativo, e i dolori spariranno insieme all'affaticamento della mascella e alla rigidità del collo. La maggior parte delle contratture scompare dopo una settimana e il resto dei sintomi si attenuerà gradualmente fino a, nella migliore delle ipotesi, sparire.

L’osteopatia per il bruxismo e dolore cervicale

Una soluzione alternativa per risolvere problemi di bruxismo e dolore cervicale, è rappresentato dall’osteopatia. Questa pratica opera su tutta la muscolatura mandibolare, le ossa craniche, l'intera regione cervico-scapolare e le loro relazioni con il sistema nervoso, mediante tecniche di massaggio in grado di ridurre lo stato di ansia e stress.

Il lavoro svolto sulle ossa durante l’osteopatia è molto importante, poiché si va a creare uno stato di rilassamento e distensione dei diversi muscoli facciali, in relazione all'articolazione temporo-mandibolare. Inoltre, attraverso delicate tecniche di osteopatia per il bruxismo, applicabili alle ossa craniche, al bacino, alla colonna vertebrale e all'osso sacro, si può bilanciare il sistema nervoso autonomo, riducendo lo stato di ansia cronica e di conseguenza dolori legati a bruxismo e cervicale.

Una visita professionale per risolvere problemi cervicali

L’osteopatia e l’utilizzo di un bite per bruxismo di scarico sono sicuramente soluzioni valide, ma il miglior modo per evitare problemi di bruxismo e cervicale spesso è legato ad un’attenta osservazione dello stato dei denti. Tra i primi sintomi del bruxismo infatti, oltre al dolore muscolare si possono trovare segni superficiali sui denti. Questo tipo di manifestazioni può essere immediatamente riconosciuto da un dentista professionista, ma l’unico modo in cui quest’evenienza può manifestarsi è attraverso una visita di controllo.
Andare ogni sei o dodici mesi dal dentista per un check-up regolare è un’ottima pratica per prevenire questo tipo di problemi e tutti i trattamenti a loro collegati. Una visita periodica è un investimento sul lungo periodo, non ci sono dubbi!
Bruxismo e cervicale