coppia abbracciata

Prenditi cura dei tuoi denti!

Per te, check up immediato e senza impegno!

SCOPRI DI PIÙ

Cemento provvisorio denti quanto dura

Cemento provvisorio denti quanto dura
Il cemento dentale è un biomateriale di composizione multipla e consistenza fluida che viene applicato tra due superfici con l’obiettivo di unirle e anche di mantenere il trattamento restaurativo effettuato dal dentista. Non solo, il cemento provvisorio funge da barriera che impedisce l’infiltrazione di batteri e residui tra i due elementi aderiti. Parlando di cemento provvisorio denti quanto dura e come si usa sono tutti aspetti che andranno considerati con attenzione.

Si consideri comunque che il cemento provvisorio serve a tenere il restauro in posizione per un periodo di tempo indefinito e ad agire come una barriera che impedisce la fuoriuscita tra il materiale cementato e il dente. Affinché ciò avvenga sarà importante che il cemento dentale abbia resistenza alla solubilità e che lo spessore del film sia minimo così che la dissoluzione per azione della saliva e l’esposizione all’ambiente orale siano nulle. Si consideri poi che qualsiasi imperfezione del sigillo potrebbe consentire l’ingresso di batteri, deformazioni dei restauri nei processi masticatori e inizio di carie all’interno dei monconi dentali.

Pasta provvisoria dente quanto dura

Ma quanto dura il cemento provvisorio dente? Il cemento dentale può essere usato diversamente a seconda delle attività odontoiatriche da mettere in atto. Il motivo è che ogni processo deve utilizzare il cemento dentale per applicazioni differenti. Ma il cemento provvisorio denti quanto dura? Come dice il nome stesso si tratta di un cemento provvisorio e non definitivo e questo implica che si dovrà comunque andare dal dentista per una soluzione concreta. Ogni processo dovrà utilizzare il cemento per applicazioni diverse, ad esempio può essere usato per la chirurgia orale o per la riabilitazione orale e l’endodonzia.

Non solo, viene anche utilizzato per odontoiatria preventiva o conservativa o per ortodonzia. L’importante è che il cemento dentale provvisorio utilizzato non venga influenzato dall’azione della saliva o dall’esposizione all’ambiente orale. Oltre a chiedersi quanto dura il cemento provvisorio dente è anche importante sceglierlo sulla base della qualità al fine di evitare la comparsa di imperfezioni e garantire l’ermetismo del materiale per una tenuta completa e un rapido ripristino della funzione masticatoria e dell’estetica dentale dopo il trattamento applicato. Il cemento provvisorio dentale è un materiale fondamentale per l’uso clinico ma, a seconda del tipo di trattamento, il dentista potrebbe aver bisogno di diversi tipi di cemento dentale.

Cemento provvisorio denti quanto dura? I fattori da considerare

Chiedersi il cemento provvisorio denti quanto dura è del tutto comprensibile. La composizione chimica del cemento dentale determina in gran parte la sua durata e il suo utilizzo. Abbiamo cementi dentali ad azione indefinita anche detti cementi permanenti e cementi di durata determinata (cementi provvisori). Questi ultimi vengono utilizzati nei trattamenti che richiedono cementazione provvisoria precedente come protesi, corone o ponti. Questa tipologia di cemento ha ossido di zinco come componente principale. Tale tipo di cemento è facile da maneggiare e da rimuovere in seguito, quando cioè il dentista procede con il posizionamento del trattamento definitivo. Il cemento provvisorio è composto da polvere e liquido che vengono fusi in una miscela reattiva. Il materiale è molto economico e facile da adattare e il materiale in eccesso applicata nel trattamento potrebbe essere facilmente rimosso. Se il dentista vuole procedere con la sigillatura per garantire la totale impermeabilità ed evitare microperdite non dovrà quindi utilizzare il cemento provvisorio.

Cemento provvisorio denti quanto dura e composizione chimica

Il cemento provvisorio dentale al fosfato di zinco è molto probabilmente il più diffuso in assoluto nel settore dentale in quanto è molto facile da maneggiare e ha un costo molto economico rispetto agli altri. Non solo, questa tipologia di cemento potrà anche essere facilmente rimossa. Tale tipo di cemento provvisorio presenta però il difetto di essere poco estetico e di riportare i casi più elevati di microfiltrazione. Abbiamo poi il cemento policarbossilato di zinco, un cemento dentale che ha una forza di trazione maggiore rispetto all’ossido di zinco e una forza di compressione inferiore. L’acido poliacrilico ha un alto peso molecolare che aiuta a prevenire la sensibilità della polpa dentale ma non è molto utilizzato per la cementazione poiché non riesce a sopportare lo stress occlusale in quanto una bassa resistenza alla compressione.

Proprio come il cemento al fosfato di zinco, questo cemento provvisorio ha scarsa tenuta marginale. Abbiamo poi il cemento resinoso a base di polimeri che sono utilizzati per tutte le discipline odontoiatriche con particolare attenzione all’implantologia. Questo tipo di cemento viene usato soprattutto per il fissaggio di corone, ponti e faccette per via di una grande capacità di resistenza. Per capire il cemento provvisorio denti quanto dura si parla di un periodo di tempo limitato in quanto si dovrà poi andare dal dentista per una soluzione definitiva. Una volta capito il cemento provvisorio denti quanto dura si dovrà comunque avere sempre una buona igiene orale così da minimizzare i possibili rischi di qualsiasi tipo.
Cemento provvisorio denti quanto dura