coppia abbracciata

Prenditi cura dei tuoi denti!

Per te, check up immediato e senza impegno!

SCOPRI DI PIÙ

Protesi dentali a bottone

Protesi dentali a bottone
Protesi dentali a bottone. Tutto quello che devi sapere
Siamo tutti preoccupati per avere dei bei denti. Non solo per la componente estetica e di autostima - un bel sorriso - ma anche per la nostra salute. La mancanza di denti o una cattiva salute orale possono causare problemi di ogni tipo, come abbiamo visto in un post precedente. L'odontoiatria si è evoluta molto negli ultimi anni e attualmente offre diversi trattamenti per risolvere questa carenza, come le protesi dentali a bottone. Come ogni cosa nella vita, ognuna ha i suoi vantaggi e svantaggi, le sue funzionalità e le sue procedure. Pertanto, è importante conoscerli a fondo prima di prendere una decisione (sempre supportati dallo specialista, non dimentichiamolo). Nel post di oggi ci concentreremo sulle protesi rimovibili.

Cosa sono le protesi dentali a bottone
La protesi mobile con attacchi a bottone è un trattamento odontoiatrico alternativo all'implantologia quando si tratta di sostituire i denti mancanti. Come suggerisce il nome, sono protesi che il paziente può rimuovere e indossare a piacimento. Ovvero di giorno permette alla bocca senza denti - alcuni o tutti - di comportarsi con totale normalità, assolvendo alle sue funzioni di masticazione, deglutizione, parlato ed estetica; e di notte viene estratto per facilitarne la cura e la pulizia quotidiana e per far riposare ossa, gengive e denti di sostegno, che durante il giorno hanno compiuto uno sforzo significativo.

Tutte le protesi dentali a bottone sono uniche. Ogni protesi dentale con bottoni è progettata e realizzata individualmente, su misura per ogni persona, per adattarsi perfettamente alla forma della bocca e alle sue caratteristiche particolari (mascelle, qualità dell'osso, denti naturali rimanenti...).

Tipi di protesi rimovibili
Protesi totale, comunemente nota come protesi, una protesi a 14 pezzi che sostituisce l'arcata superiore e/o inferiore. Vengono utilizzati nei casi in cui il paziente ha perso tutti i denti, oppure sono stati estratti dal dentista a causa del deterioramento (solitamente causato dall'età). Sono realizzati in resina e si attaccano anatomicamente alle gengive e al palato, adattandosi alla forma della bocca. Per garantire il suo fissaggio, è possibile utilizzare un adesivo speciale.

Le protesi parziali vengono utilizzate nei casi in cui è conservato almeno un dente naturale. I materiali utilizzati per realizzarlo sono metallo o resina.
Quelli metallici, detti scheletrici, sono costituiti da una struttura metallica, resina e denti acrilici. Forniscono una migliore vestibilità, stabilità e resistenza, ma sono meno estetici e tendono a danneggiare maggiormente le parti su cui sono supportati, a causa delle forze masticatorie.

Quelle in resina, che possono essere realizzate in vari materiali con diversa flessibilità (acrilica o flexite), sono più estetiche e danneggiano meno i denti su cui sono appoggiate, ma forniscono meno regolazione.

Come abbiamo sottolineato in precedenza, le protesi parziali vengono “agganciate” ad altri denti naturali del paziente per garantire una migliore presa. Vengono utilizzati due diversi sistemi: attacchi e ganci. Il primo è costituito da una connessione maschio-femmina che ancora il dente naturale con la protesi (operazione simile a quella dei bottoni di chiusura) e per la quale è necessario scolpire il dente che fungerà da moncone, a cui poi va il pezzo incorporato. I ganci sono un'opzione meno estetica, ma anche meno invasiva, poiché non è necessario modificare il dente naturale. Possono essere realizzati in resina o metallo.

Una pulizia profonda, responsabile e quotidiana
Se l'igiene orale è sempre importante, nel caso delle protesi dentali a bottone lo è ancora di più. Richiede una maggiore responsabilità e una buona educazione nella cura e nella pulizia. Ed è che i resti di cibo sono più difficili da rimuovere, poiché possono rimanere impigliati nei ganci metallici, tra la protesi e la gengiva o sotto il palato, se non è adeguatamente regolato.

Pertanto, la protesi dentale a bottone necessita di una profonda pulizia con lo spazzolino dopo ogni pasto, per evitare la formazione di tartaro e macchie dall'ingiunzione di determinati alimenti. E ogni notte, per completare la sua pulizia, deve essere rimosso dalla bocca e immerso in un bicchiere con una soluzione detergente speciale (acqua e disinfettante). A sua volta, la saliva svolgerà la sua funzione di pulizia nella bocca durante la notte.

Vantaggi e svantaggi delle protesi dentali a bottone
A differenza delle protesi fisse, le protesi dentali rimovibili non necessitano di intervento chirurgico per il loro posizionamento, sono più economiche, hanno un periodo di adattamento più rapido (in cui il dentista apporta le necessarie correzioni e aggiustamenti) e consentono di accorciare i tempi di attesa per il paziente. Nel caso degli impianti, questo tempo è allungato a causa del periodo di osteointegrazione che intercorre tra la prima visita dal dentista e gli ultimi denti.

Tra gli inconvenienti, le protesi dentali a bottone possono causare disagio e persino lesioni alla mucosa (ulcerazioni) a causa di uno scarso posizionamento o spostamento, soprattutto nel periodo di adattamento.

Il suo adattamento non è perfetto come quello degli impianti e può causare uno spostamento o uno scarso posizionamento. In questo caso è possibile applicare un adesivo di fissaggio, che migliora la stabilità della protesi, ne impedisce il movimento e aumenta la forza del morso. Il che si traduce in maggiore sicurezza, comfort e fiducia.

La mancanza di denti fa sì che l'osso mascellare si deteriora più velocemente che nell'impianto, a causa della pressione esercitata dalla protesi su quella zona.

Protesi dentali a bottone prezzi
Per quanto riguarda le protesi dentali a bottone prezzi e modalità di intervento vengono stabilità dal dentista al momento della visita, in base alla durata e alla complessità del trattamento.
Protesi dentali a bottone