coppia abbracciata

Proteggi i tuoi denti!

Per pochi giorni il check up è in omaggio!

APPROFITTANE ORA

Anestesia dentista

Anestesia dentista
L’anestesia dentista è essenziale per eseguire tutta una serie di interventi chirurgici e trattamenti dentali. Esistono diverse tipologie di anestesia dentale sul mercato. Scegliere bene il tipo di anestesia dentista da utilizzare favorisce lo svolgimento dei trattamenti odontoiatrici sia per il professionista che per il paziente stesso poiché aiuta ad evitare la sensazione di disagio o dolore che può insorgere durante l'intervento. Prima di eseguire qualsiasi trattamento orale è fondamentale essere informati sui diversi tipi di anestesia dentale e sulle loro forme di somministrazione. Questo perché il dentista deve conoscere i dettagli necessari per rispondere alle domande e preoccupazioni di ogni persona e per somministrare la quantità e la tipologia di anestesia dentale adatta in ogni caso. Per fare ciò, è necessario creare una storia clinica dettagliata del paziente e conoscere la sua situazione in un modo che ci consenta di soddisfare le sue esigenze e somministrare la quantità appropriata di anestesia.

Tipi di anestesia dentista

Quando si va dal dentista anestesia totale o locale? Salvo specifiche richieste dal paziente o specifiche condizioni si procede solitamente con l’anestesia locale dentista. Ogni tipo di anestesia orale, sia essa più innovativa o più classica, presenta una serie di vantaggi che il dentista deve conoscere nel dettaglio. Esiste infatti una tipologia di anestesia dentista per ogni trattamento. L'anestesia locale realizza l'interruzione della trasmissione in un punto specifico della via nervosa. Il suo obiettivo è quello di inibire in modo reversibile la conduzione nervosa in alcune aree del cavo orale. Senza dubbio, è uno dei tipi di anestesia orale più utilizzati nei trattamenti dentali di qualsiasi tipo, come impianti, faccette cosmetiche e persino estrazioni. Grazie alla sua versatilità elimina il disagio e la sensibilità del cavo orale in molte situazioni. In genere, queste creme e spray anestetici vengono utilizzate per intorpidire una certa area della cavità orale del paziente. La forma di somministrazione di questa anestesia è per uso topico, quindi la sua efficacia è più limitata rispetto ad altri tipi di anestesia orale. Ad esempio abbiamo la sedazione cosciente il cui scopo principale è unicamente quello di rilassare il paziente, rassicurarlo e rendere la sua esperienza dal dentista il più agevole possibile. Con il passare del tempo, questa tecnica sta acquistando importanza presso molte cliniche dentali, soprattutto in pazienti come i bambini. Inoltre, questo metodo è comune negli interventi di posizionamento di impianti dentali per evitare ulteriormente che i pazienti possano provare paura. La lieve sedazione invece è una tipologia di anestesia dentista che consiste nell'applicazione di protossido d'azoto attraverso una maschera per inalazione. È utile per il trattamento di problemi parodontali come il mantenimento delle gengive.

Anestesia generale dentista

Questo tipo di anestesia dentale è usato raramente poiché comporta alcuni rischi. Viene somministrato in quegli interventi orali in cui vengono corrette alcune deformità e alterazioni maxillo-facciali. Allo stesso modo, può essere applicato in trattamenti orali più complicati, come il posizionamento di impianti dentali o l'estrazione del terzo molare. Questo tipo di anestesia evita la necessità di utilizzare altri tipi di anestetici poiché porta il paziente a un completo stato di incoscienza. Innanzitutto, ci sono due tipi di anestesia dentale a seconda di come viene somministrata. L' anestesia infiltrativa viene applicata attraverso un ago in una zona del cavo orale, quindi la sua somministrazione è più dolorosa. D'altra parte, l'anestesia topica viene applicata utilizzando un gel o uno spray più confortevole e meno fastidioso, sebbene significhi anche che la durata dell'effetto è più breve. Oltre a considerare i diversi tipi di anestesia dentista, bisogna considerare quale anestesia scegliere per ogni procedura in quanto può essere troncale o periapicale. L’anestesia dentista troncale viene somministrata in un quadrante specifico del cavo orale mentre quella periapicale è diretta a un dente specifico. Per quanto riguarda la sedazione orale, i sedativi orali possono essere somministrati prima del trattamento, la sera prima o un'ora prima dell'inizio della procedura.

Tuttavia, questa opzione non è molto comune nello studio dentistico. Abbiamo poi l’anestesia dentista senza ago mediante iniettori a pressione che fanno passare il liquido ad alta velocità attraverso gli orifizi dell’iniettore e si depositano nel tessuto sottocutaneo del cavo orale attraversando epidermide e mucosa orale. In questo modo, l'ingresso dell'anestesia è praticamente indolore. Nel caso di bambini o donne in gravidanza è fondamentale prestare attenzione ai tipi di anestesia che vengono somministrati per eseguire le cure odontoiatriche. In entrambi i casi, è necessario fare una registrazione dettagliata che includa eventuali problemi come possibili allergie, problemi respiratori o cardiaci, malattie recenti, tra gli altri. Il dentista valuterà ogni caso e paziente in particolare per determinare quale tipo di anestesia dentale è il più consigliato per la procedura. Esistono diversi tipi di siringhe per anestesia dentale sul mercato e sono classificate in due grandi gruppi: riutilizzabili o usa e getta. Le siringhe in metallo sono tra le più utilizzate quando si anestetizza un paziente per iniziare il trattamento. Questo dispositivo, oltre ad essere riutilizzabile, deve essere autoclavabile e versatile. Cioè, accetta qualsiasi tipo di cartuccia e ago negli slot corrispondenti.
Anestesia dentista