coppia abbracciata

Proteggi i tuoi denti!

Per pochi giorni il check up è in omaggio!

APPROFITTANE ORA

Articolazione temporo mandibolare anatomia

Articolazione temporo mandibolare anatomia
Se parliamo di articolazione temporo mandibolare anatomia e struttura sono due aspetti molto importanti da conoscere per eseguire un blocco articolare temporo-mandibolare. L'articolazione temporo-mandibolare (chiamata anche complesso dell'articolazione cranio-mandibolare) è l'articolazione sinoviale formata tra il condilo della mandibola e il condilo temporale che consente di aprire e chiudere la bocca. Questa articolazione si trova davanti all'orecchio e su entrambi i lati della testa. L’articolazione temporo mandibolare viene utilizzata per parlare, masticare, deglutire, sbadigliare e in varie espressioni facciali. Più specificamente è l'insieme di due articolazioni condilari che agiscono contemporaneamente e bilateralmente per ciò che chiamiamo doppio o bicondilare.

Condilo mandibolare anatomia: tutte le info

L’articolazione temporo mandibolare è formata dal condilo temporale e dalla cavità glenoidea sul lato destro e, sul lato sinistro, dal condilo mandibolare o processo articolare. Queste due parti del giunto sono due superfici convesse che consentono un'ampia varietà di movimenti: apertura, chiusura, lateralità o direzione, retropulsione o retrazione e propulsione o antepulsione. I movimenti di retropulsione e anteopulsione insieme alla riduzione svolgono l'azione di macinazione. Affinché le due superfici articolari abbiano un buon accordo, c'è una fibrocartilagine: il menisco interarticolare, che è un disco biconcave che divide la sinovia in un compartimento suprameniscale e uno inframeniscale.

Articolazione temporo mandibolare anatomia: le caratteristiche

Abbiamo già detto come, parlando di articolazione temporo mandibolare anatomia e struttura siano molto importanti per diversi motivi. L’articolazione temporo-mandibolare stabilisce la connessione articolare tra l'osso mandibolare e le altre ossa della testa su entrambi i lati. Con entrambe le arcate dentali in occlusione, il condilo della mandibola poggia sulla cavità glenoidea dell'osso temporale. Di fronte, la superficie articolare si estende verso il condilo temporale. Tra il condilo della mandibola da un lato e la cavità glenoidea e il condilo dell'osso temporale dall'altro, si trova il disco articolare o menisco di tessuto connettivo che è sottile nella sua parte centrale e spesso ai suoi bordi. La capsula articolare è lassa e si estende dalle superfici articolari della cavità glenoidea e del condilo temporale al bordo cranico del menisco articolare, nonché dal bordo inferiore di questo al collo del condilo mascellare che è coperto da uno strato fibrocartilagineo.

Atm articolazione temporo mandibolare anatomia: perché è importante

Nel collo del condilo mascellare, la capsula articolare discende sull'aspetto dorsale un po' più che su quello ventrale. In questo modo, attraverso il menisco articolare si formano due cavità articolari separate. Occasionalmente, la comunicazione tra i due può essere stabilita attraverso una fessura esistente nel menisco. La capsula articolare è rinforzata dal legamento temporo-mascellare che si inserisce superiormente nel processo zigomatico dell'osso temporale e inferiormente nel collo del condilo mascellare. Sul lato interno dell'articolazione si trova il legamento sfenomaxillare che inizia a livello della colonna vertebrale sfenoidale e della fessura petrotimpanica dell'osso temporale per finire per inserirsi in prossimità della colonna vertebrale di Spix. Il legamento stilomascellare ha la sua origine, come lo stiloioide, nel processo stiloideo, seguendo un andamento in avanti e verso il basso. Questo legamento non ha alcuna azione sull'articolazione temporo-mandibolare ma interviene nel determinare una serie di movimenti come elevazione, discesa, propulsione, retropropulsione e circumduzione.

Patologie e funzionalità dell’articolazione temporo mandibolare

Quando la bocca dell'essere umano si apre, c'è una combinazione di movimenti: uno rotatorio per lo spazio discomandibolare e uno traslazionale, nello spazio discotemporale. Il processo condilare esegue movimenti rotatori e traslazionali (in quest'ordine) grazie alla presenza di strutture muscolari e legamentose associate agli elementi articolari. Oltre alle azioni meccaniche di apertura e chiusura della bocca, questi complessi consentono movimenti di protrusione, retrusione, lateralità e combinazioni di tutti loro. Tutti questi sforzi e posizioni meccanici sono legati ad azioni fondamentali nell'essere umano come masticare, succhiare, deglutire, parlare, fare gesti, respirare, aprire la bocca e mantenere la corretta pressione nell'orecchio medio. Indubbiamente, l'articolazione temporo-mandibolare svolge un ruolo essenziale in quasi tutti i processi umani tipici, che eseguiamo inconsciamente. Quando affrontiamo il tema delle caratteristiche dell’articolazione temporo mandibolare anatomia e struttura sono molto importanti da conoscere nel dettaglio. Abbiamo raccontato quanto sia importante questa articolazione sinoviale per la nostra specie, quindi è bene ricordare che fino al 25% della popolazione manifesta sintomi di patologie temporo-mandibolari almeno una volta nella vita.

L'eziologia di questi problemi è multifattoriale. Sono state proposte molteplici teorie, come spostamento meccanico, artrosi, insufficienza muscolare, fattori fisico-psicologici, eventi sociali e varie interazioni tra alcuni o tutti loro. In ogni caso, possiamo includere le tipologie di malattia in tre possibili cause generali che sono fattori predisponenti (disordini genetici e deformità strututrali), fattori iniziali (colpo o sforzi eccessivi dell’articolazione temporo mandibolare) e fattori perpetuanti (stress muscolare, problemi metabolici). Uno dei più grandi implicati nei disturbi dell'articolazione temporo-mandibolare è il bruxismo. Questa patologia silenziosa può colpire fino al 70% della popolazione ed è definita come serraggio involontario della mascella e digrignamento dei denti, soprattutto di notte, quando questi movimenti sono inconsci. Si stima che fino al 52% delle persone con bruxismo sia positivo per alcuni test di stress, ansia e depressione. Fintanto che l'usura delle strutture coinvolte è accompagnata da dolore o tenerezza, è considerata patologica.
Articolazione temporo mandibolare anatomia