coppia abbracciata

Proteggi i tuoi denti!

Per pochi giorni il check up è in omaggio!

APPROFITTANE ORA

Denti precoci neonato

Denti precoci neonato
I denti che spuntano prematuramente, dalla nascita o dopo la nascita, sono comunemente chiamati denti natali o neonatali. Sono classificati in base al grado di maturità o aspetto. La prevalenza varia da 1 su 44 a 1 su 30.000 nati. I denti natali sono più comuni dei denti neonatali. Appartengono generalmente alla dentizione primaria, si verificano bilateralmente e predominano nelle donne. Ancora di eziologia sconosciuta, la teoria più accreditata è che il germe dentale abbia una localizzazione superficiale. I denti precoci neonato possono preoccupare ma sono del tutto normali. La dentizione precoce del neonato è qualcosa che può accadere e occorre quindi cercare di capirne le cause così da non andare incontro a brutte sorprese. I denti precoci neonato clinicamente sembrano normali denti decidui anche se di solito sono più piccoli, a volte di forma conica. Sono generalmente mobili per la mancata formazione di radici e presentano alterazioni dello smalto che può rivelare un aspetto immaturo con ipoplasia dello smalto affilata e dai bordi frastagliati. La sua colorazione può essere bruno-giallastra/biancastra opaca.

Dentizione neonati precoce: cosa sapere

Radiograficamente c'è un'assenza di una radice e istologicamente la maggior parte dei denti natali e neonatali può seguire un normale schema di mineralizzazione. I denti precoci neonato presentano anche alterazioni sia dello smalto che della dentina. Il trattamento deve essere adattato ad ogni dente e ad ogni bambino. I trattamenti disponibili per i denti precoci neonato sono l'estrazione o il mantenimento del dente in arcata. La complicanza più comune dei denti neonatali o natali è l'ulcera traumatica della parte ventrale della lingua dovuta all'attrito. Il trattamento dei denti natali e neonatali deve essere valutato attentamente e bisognerà stimarne la mobilità, l'integrità, l'impegno nell'alimentazione e la presenza di eventuali ulcere. L'odontogenesi è il processo di sviluppo dentale che porta alla formazione di elementi dentali all'interno della mascella e della mandibola. I denti si sviluppano da gemme epiteliali con un processo complesso in cui sono coinvolti due strati germinali primari: l'epitelio ectodermico, che dà origine allo smalto, e l'ectomesenchima che forma i tessuti rimanenti (complesso dentinopulpale, cemento, legamento parodontale e osso alveolare). In odontogenesi, il ruolo scatenante induttore è esercitato dall'ectomesenchima o mesenchima cefalico (cellule derivate dalla cresta neurale migrate verso la regione cefalica). Lo sviluppo del bambino dal concepimento ai primi anni di vita è segnato da molti cambiamenti. In una certa misura gli organi dentali possono variare in dimensioni, forma e posizione, il che potrebbe essere considerato entro i limiti della normalità.

Dentizione neonati precoce: le cause

L'eruzione del dente è un processo lungo nel tempo e strettamente correlato alla crescita e allo sviluppo del resto delle strutture craniofacciali. Viene anche definito come il movimento di un organo dentale dal suo sito di sviluppo, all'interno del processo alveolare, alla sua posizione funzionale nella cavità orale. Tradizionalmente il momento eruttivo in cui il dente rompe la mucosa orale e fa la sua comparsa nella bocca del bambino è chiamato eruzione dentale. Il normale periodo di eruzione dei denti da latte inizia a circa sei mesi di età, con gli incisivi centrali inferiori e termina intorno ai 24 mesi con i secondi molari superiori. Le aspettative sull'eruzione dei primi denti sono grandi ma possono essere anche maggiori quando i denti compaiono precocemente nella cavità orale. I denti precoci neonato vengono comunemente chiamati denti natali o neonatali. In Inghilterra la convinzione era che i bambini nati con i denti sarebbero diventati famosi soldati.

Mentre in Francia e in Italia si credeva che questa condizione garantisse la conquista del mondo. In Polonia, India e Africa ha prevalso per lungo tempo la superstizione legata ai denti natali e neonatali. In molte tribù africane i bambini nati con i denti venivano uccisi poco dopo la nascita poiché si credeva che portassero sfortuna a tutti coloro che venivano in contatto con loro. La classificazione si riferisce all'ordinamento o alla divisione di un insieme di elementi in classi in base a determinati criteri precedentemente determinati. È un processo che facilita lo studio di un evento considerando il suo grado di semplicità o complessità. I gruppi possono essere creati in base al loro aspetto, funzione e persino utilità.

In generale i denti precoci neonato appartengono alla dentizione primaria e solo l'1,1% e il 5% dei casi sono soprannumerari quindi questa situazione deve essere presa in considerazione quando il trattamento di scelta è l'estrazione. La letteratura internazionale ha dimostrato che l'85% dei denti natali/neonatali sono incisivi centrali inferiori, 11% sono incisivi centrali superiori, 3% sono canini inferiori o molari e 1% sono canini mascellari e molari. È stato osservato che raramente si verificano nella regione dei molari superiori. Sebbene i denti natali e neonatali sembrino normali denti da latte in forma clinica, di solito sono più piccoli, a volte di forma conica. Sono generalmente mobili a causa della mancanza di formazione delle radici, che può essere confermata radiograficamente. In un'alta percentuale si può osservare che i denti precoci neonato presentano alterazioni dello smalto e possono rivelare un aspetto immaturo con ipoplasia dello smalto con bordi irregolari e taglienti.
Denti precoci neonato