coppia abbracciata

Check up ai denti in omaggio!

Approfittane subito!

RICHIEDI INFO

Denti neri cariati

Denti neri cariati
Quando si hanno dei denti neri cariati vuol dire che le carie sono ormai a uno stadio molto avanzato e che i denti hanno perso la mineralizzazione dello smalto per colpa dell’acido dei batteri. La carie progredisce nel dente formando una macchia nera che, se non trattata adeguatamente, distrugge completamente lo smalto. Nelle fasi più avanzate dell'infezione può portare all'erosione dei denti mettendo in pericolo la vita del dente, dunque dei denti neri non sono solo un problema estetico ma anche di salute.

Tutto il processo comunque non è indolore e causa un fastidio molto intenso con la conseguente distruzione del dente. I denti cariati neri sono indice di uno stato carioso ormai molto avanzato che porterà il dentista ad agire con una devitalizzazione oppure, in alcuni casi, con l’estrazione del dente coinvolto. L’azione chimica che si forma in questo processo fa sì che inizialmente i denti perdano il loro colore e possano diventare traslucidi.

Successivamente, con il progredire del deterioramento del dente, la persona colpita si sente molto sensibile agli stimoli caldi e freddi e lamenta un cattivo odore in bocca. Naturalmente, nel primo momento in cui notiamo uno qualsiasi dei sintomi che abbiamo menzionato, dobbiamo visitare il nostro dentista di fiducia il prima possibile in modo che possa valutarci e consigliarci con il trattamento appropriato.

Nel tentativo di sistematizzare le conoscenze sui denti cariati neri, i medici hanno escogitato diversi sistemi di classificazione. Il più noto prevede la divisione in classi a seconda del posizionamento dei denti neri all'interno del cavo orale. Vediamole nel dettaglio:
-La classe 1 comporta la localizzazione di lesioni nella fossa cieca degli incisivi e nelle fessure dei molari;
-La classe 2 comprende lesioni cariose situate sulle superfici laterali di premolari e molari;
-La classe 3 indica lesioni che sono apparse sui canini e sugli incisivi, ma non hanno violato l'integrità di questi ultimi;
-La classe 4 include la distruzione della bordatura tagliente degli incisivi e danni strutturali ai canini derivanti dallo sviluppo della carie;
-La classe 5 secondo suggerisce la localizzazione di cavità cariate nel colletto dentale.

In questo articolo vedremo insieme le cause principali dei denti cariati neri e quali possibili trattamenti si possono effettuare per curare il disturbo.

Dente nero carie: perché si forma

I batteri popolano la nostra bocca, lingua, gengive e denti ogni giorno. Alcuni batteri hanno una funzione positiva mentre altri sono dannosi per la nostra salute e sono piuttosto dannosi per i nostri denti. I batteri che influenzano negativamente la nostra bocca trasformano lo zucchero contenuto nel cibo che mangiamo in acidi e questi, nel tempo, sono la causa dei denti neri cariati. Per spiegarlo meglio, spiegheremo in dettaglio cosa succede ogni giorno nella nostra bocca. Ogni volta che mangiamo o ingeriamo un tipo di cibo che include zucchero nella sua composizione, i batteri che vivono nella nostra bocca lo usano per produrre acidi. Questi acidi sono i "responsabili" del logorare lo smalto dei denti e, se sono fatti agire in modo indisturbato, possono provocare denti neri cariati. La buona notizia è che la saliva e i dentifrici contenenti fluoro aiutano lo smalto a riparare l'attacco causato dagli acidi e a sostituire i minerali necessari nello smalto.

Denti neri cariati: le cause e le conseguenze

Ma quali sono i motivi per cui i nostri denti hanno la tendenza a marcire a causa della carie fino ad annerirsi? Ci sono diversi motivi per cui i nostri denti tendono a marcire, ma potremmo riassumerli come segue: azione invasiva dei batteri, secchezza delle fauci, acido gastrointestinale che risale l’esofago fino alla bocca e igiene orale scarsa o inesistente. Ma sarebbe un errore pensare che i denti neri cariati abbiano conseguenze unicamente per il cavo orale, le conseguenze infatti riguardano da vicino anche la salute in generale e comprendono gengivite, perdita di denti, alitosi e indebolimento del sistema immunitario. Innanzitutto bisogna avere una corretta igiene orale, il che significa lavarsi i denti 2-3 volte al giorno e utilizzare dei dentifrici che contengono fluoro. Si consiglia anche di utilizzare dei dentifrici interprossimali o filo interdentale e sciacquare con i collutori tutti i giorni. Come consiglio potremmo indicare di ridurre al minimo il consumo di cibi che contengono zucchero e l'uso di gomme senza zucchero per produrre un aumento della secrezione di saliva. Per evitare di ridursi a dover trattare i denti cariati neri si consiglia di recarsi regolarmente (ogni sei mesi o una volta all’anno) dal dentista di fiducia. Il professionista sarà incaricato di effettuare un'igiene dentale completa e di consigliare i passaggi da seguire nel caso in cui percepisca che abbiamo un problema ai nostri denti.

La prima causa per i denti neri cariati è una carie trascurata che può provocare una pulpite, una infiammazione della polpa dentale che causa la necrosi del dente. Anche la corrosione dello smalto dentale potrebbe provocare i denti neri cariati ma, in questo caso, il colore scuro apparirà come meno omogeneo e localizzato in alcune zone. In sostanza i batteri corrodono progressivamente lo smalto del dente assottigliandolo e rendendolo sempre più scuro. Oggi che un dente diventi nero per queste ragioni è piuttosto raro in quanto significherebbe aver lasciato la carie progredire per diversi anni ignorando tutta una serie di sintomi dolorosi come la sensibilità dentale e l’alitosi. Solitamente basta una semplice visita dal dentista per fermare il processo. Se la colpa del dente nero è da ricercarsi nella carie allora bisognerà agire con molta tempestività con una devitalizzazione, ovvero con la rimozione della polpa del dente. Un dente devitalizzato può diventare nero molto raramente e se l’intervento di endodonzia pluricanalare è stato fatto nel modo giusto non dovrebbe verificarsi. Il dente infatti cambia colore per via delle tracce di materiale pulpare che sono rimaste all’interno. In questo caso nervi e vasi sanguigni vanno in necrosi, si ossidano e possono diventare scuri.
Denti neri cariati