coppia abbracciata

Prenditi cura dei tuoi denti!

Per te, check up immediato e senza impegno!

SCOPRI DI PIÙ

Ponte dentale prima e dopo

Ponte dentale prima e dopo
Se mancano uno o più denti il dentista potrebbe consigliare l’installazione di una protesi dentale. Al momento ci sono diverse opzioni da considerare per risolvere il problema come la dentiera o il ponte dentale. Con il ponte dentale prima e dopo si noteranno subito notevoli cambiamenti in meglio. Il ponte dentale è meno noto rispetto alla corona ma viene molto apprezzato dai pazienti. Il ponte dentale viene fissato su due denti prossimali che prendono anche il nome di denti pilastro. Il dentista dovrà ridurre di volume questi due denti oppure procedere con una devitalizzazione. Ponte dentale e impianto sono due soluzioni e tipi di protesi dentarie che possono sostituire un dente mancante. Sia il ponte che l’impianto presentano molti vantaggi ma anche alcuni inconvenienti. L'installazione di un ponte dentale può avere numerosi vantaggi, in quanto permette ad esempio di sostituire i denti mancanti, inoltre ha un costo inferiore rispetto agli impianti e un aspetto estetico che si avvicina alla perfezione. Con il ponte dentale prima e dopo si noteranno significativi miglioramenti estetici.

Ponte dentale risultati estetici

L’estetica è sicuramente il punto di forza del ponte dentale e consentirà di risolvere l’imbarazzo derivante dall’assenza di uno o più denti. Si consideri però che i denti pilastro necessari per il ponte dentale dovranno essere sia fresati che devitalizzati, questo significa in sostanza che due denti sani dovranno essere “sacrificati”. Inoltre con il ponte la radice del dente viene eliminata ma, con il passare del tempo, l’osso della gengiva avrà la tendenza a ritirarsi. Con il ponte dentale prima e dopo ci sono notevoli differenze soprattutto dal punto di vista estetico. Con il ponte dentale anteriore risultato finale sarà una soluzione dall’alta valenza estetica per il paziente. Ma quando si mette solitamente questo tipo di protesi? I ponti dentali sono protesi parziali fisse che sostituiscono uno o più denti mancanti. Pertanto i dentisti raccomandano il suo posizionamento per sostituire i denti naturali caduti prematuramente o quando si tratta di restituire funzionalità ed estetica a denti che subiscono una forte usura, hanno subito gravi fratture o sono stati precedentemente sottoposti a endodonzia. Possiamo distinguere due diverse tipologie di ponti dentali a seconda di come viene supportata la protesi. A questo proposito si può fare una doppia distinzione tra ponti dentali e ponti implantari. I ponti dentali sono protesi parziali fisse supportate sui denti naturali sani del paziente. Con il ponte dentale prima e dopo si vedono molti vantaggi, anche per questo i dentisti procedono con l’inserimento del ponte dentale senza problemi.

Il ponte tradizionale si appoggia su due denti sani posti ai due lati dei denti mancanti. In caso di restauro di un solo dente il dentista può optare per il posizionamento di un ponte a sbalzo utilizzando un singolo dente come supporto. Il ponte Maryland è un ponte la cui corona contiene un supporto metallico che aderisce all'interno dei denti sani del paziente e non richiede l'intaglio dei denti naturali. Per il suo corretto posizionamento è necessario che ci siano denti adiacenti sani con sufficiente potere di tenuta su entrambi i lati del dente perso. Insomma, con il ponte dentale prima e dopo si noteranno sin da subito dei cambiamenti importanti dal punto di vista estetico e funzionale

Come si posiziona un ponte dentale?

Un primo studio iniziale del caso, in cui il dentista valuterà le condizioni della bocca del paziente e confermerà se, quindi, il posizionamento di un ponte su denti naturali è appropriato. Inoltre, l'esperto di estetica dentale prenderà una serie di registrazioni dalla bocca del paziente. In questo modo si avranno sufficienti informazioni per quanto riguarda il colore, la dimensione della corona o la forma del dente. In un secondo appuntamento verranno intagliati i pezzi adiacenti sui quali verrà appoggiato il ponte dentale. Inoltre il dentista metterà una protesi provvisoria fino all'arrivo in clinica del ponte definitivo. In un ultimo appuntamento verrà cementata la protesi definitiva sui denti naturali precedentemente intagliati e si concluderà il trattamento. Con il ponte dentale prima e dopo si notano dei risultati molto importanti dal punto di vista estetico.

I ponti dentali sono una soluzione tradizionale di comprovata efficacia. Tuttavia si deve sapere che per il suo corretto posizionamento è necessario intagliare i denti sani su cui verrà appoggiata la protesi. Pertanto la struttura di questi denti sarà ridotta per tutta la vita. Ed è proprio questo uno dei suoi principali svantaggi rispetto ai ponti su impianti. I ponti su impianti sono protesi composte da almeno 3 corone. In questo caso il moncone è l'impianto stesso che funge da supporto per la protesi dentale. Successivamente il dentista prenderà le registrazioni della bocca del paziente per inviare queste informazioni al laboratorio protesico. In questo modo si realizzerà un ponte che si adatta all'anatomia del paziente e che, a sua volta, consente una finitura estetica imbattibile. Infine il ponte dentale viene posizionato sugli impianti una volta che si sono correttamente osteointegrati. Con il ponte dentale prima e dopo si vedono miglioramenti estetici molto importanti. I ponti dentali restituiscono funzionalità alla bocca del paziente consentendo di masticare o parlare senza alcun disagio. Grazie al suo posizionamento, i carichi masticatori vengono adeguatamente distribuiti e in questo modo si evitano inutili tensioni mandibolari.
Ponte dentale prima e dopo