coppia abbracciata

Check up dei denti in omaggio!

Ritrova il sorriso con Dentalpharma!

MAGGIORI INFO

Dente spezzato cosa fare

Dente spezzato cosa fare
I problemi dentali possono essere improvvisi, si pensi ad esempio a un trauma. In caso di dente spezzato cosa fare? E’ più che lecito porsi questa domanda anche solo per sapere a chi rivolgersi e se si può fare qualcosa in attesa di andare dal dentista. I denti sono il nostro principale strumento per masticare ma spesso li usiamo male. Anche se lo ignoriamo, ci sono molti momenti della giornata in cui sottoponiamo i nostri denti a un'enorme pressione. Ad esempio è comune per noi provare ad aprire bottiglie o noci e masticare oggetti come le matite. Queste abitudini sono il primo fattore per cui i tuoi denti finiscono per incrinarsi o spezzarsi. La cosa migliore sarà quindi puntare sulla prevenzione e quindi cercare di non assumere abitudini che possono aumentare il rischio di un dente spezzato. Nei prossimi paragrafi cercheremo di spiegare che cosa fare se si spezza un dente. Sapere con un dente spezzato cosa fare è essenziale per massimizzare la possibilità di ricostruzione del dente.

Dente davanti spezzato cosa fare

All'inizio abbiamo accennato ad alcuni motivi per cui un dente può rompersi, ma non sono gli unici. Gli incidenti che comportano colpi alla bocca possono rompere i denti. L'abitudine di digrignare i denti e un morso irregolare possono, tra le altre cose, anche portare a una frattura dentale. Inoltre, l'esposizione a caldo o freddo estremo e anche restauri mal eseguiti potrebbero contribuire alla formazione di crepe. Ma quindi in caso di dente spezzato cosa fare? Anzitutto mantenere la calma. Una volta che si è verificata una rottura o del dente, la cosa più importante è agire immediatamente. La prima cosa è andare dal dentista, poiché sarà l'unica persona qualificata per valutare e diagnosticare l'accaduto. Dopo un'adeguata valutazione il dentista determinerà il trattamento da seguire in base alla gravità del caso. Una delle procedure messe in campo dal dentista in caso di dente rotto è il restauro diretto. La resina dentale viene utilizzata quando la frattura non è così grave e solo un piccolo pezzo del dente è andato perso. Non è necessaria l'anestesia per questa procedura e il dentista posiziona il materiale di riempimento nell'area vuota. In caso di frattura frontale, è normale che il dentista scelga di procedere con una otturazione. In questa procedura, il dentista posiziona un gel sul dente interessato e applica un'otturazione adesiva.

Infine, la luce ultravioletta viene utilizzata per far aderire e indurire la pasta. Altre volte il dentista potrebbe anche optare per una corona o protesi dentale. Questa opzione è indicata se il pezzo di dente rotto è molto grande o se il dente interessato ha delle carie. Per questa procedura il dentista esegue i raggi X per verificare le condizioni delle radici e determinare se è necessario un canale radicolare. In questi casi è necessario ricorrere all'anestesia per intorpidire il dente e la gengiva. Successivamente, a seconda della diagnosi, verrà eseguita l'endodonzia o il taglio del moncone, per poi prendere l'impronta. E in caso di dente spezzato a metà cosa fare? In questo caso se possibile si dovrebbe recuperare il frammento. Solo il dentista potrà valutare se ci sono danni alla parte vitale del dente e se sarà necessario o meno procedere con un trattamento canalare. In attesa del dentista si consiglia di mettere il frammento di dente rotto in un bicchiere contenente latte o soluzione fisiologica. In caso di sanguinamento si consiglia di applicare una garza sterile e di fare una certa pressione per alcuni minuti. Si dovrà anche sciacquare la bocca con acqua calda o acqua e sale.

Dente spezzato dolore cosa fare

Sempre in attesa del dentista si consiglia anche di assumere un antidolorifico da banco per controllare il dolore. In caso di dente spezzato cosa fare e chi chiamare sono cose molto importanti da sapere perché, come già detto, occorre agire con tempestività. Si tenga conto che se l’incrinatura è piccola potrebbe anche non causare dolore. Una rottura più vasta invece quasi sicuramente farà molto male in quanto potrebbe esserci un danno al nervo o perché la dentina risulta esposta a caldo e freddo. Il dolore può essere costante o anche intermittente a seconda dei casi. Con un dente spezzato cosa fare e cosa evitare sono tutti aspetti da approfondire per evitare di commettere errori che potrebbero poi compromettere il dente.

Dente spezzato cosa fare: la ricostruzione

Abbiamo visto in caso di dente spezzato cosa fare, soffermiamoci ora sulle modalità di ricostruzione del dente rotto. Il dentista potrà scegliere tra otturazione, ricostruzione in composito, capsula e intarsio dentale. Capsula o corona dentale sono tra le tecniche più utilizzate per sanare un dente rotto. Se il dente rotto è uno dei denti anteriori conviene utilizzare una faccetta dentale. L’otturazione si effettua realizzando inizialmente una pulitura della zona danneggiata del dente coinvolto e poi un riempimento della cavità mediante una resina composita. Si tratta di un materiale estetico simile al colore naturale del dente che serve a restituire al dente danneggiato forma e funzione originaria.
Dente spezzato cosa fare