coppia abbracciata

Check up ai denti in omaggio!

Approfittane subito!

RICHIEDI INFO

Lesioni bocca

Lesioni bocca
Esistono diverse tipologie di lesioni bocca ed è importante saperle riconoscere per capire come comportarsi e i rischi che si corrono. Le irritazioni e le lesioni del cavo orale sono protuberanze, macchie o piaghe sulla bocca, sulle labbra o sulla lingua. Sebbene esistano molti tipi di afte e disturbi della bocca, i più comuni includono afte, herpes labiale, leucoplachia e candidosi (mughetto). A soffrire di lesioni bocca sono circa un terzo delle persone, si tratta quindi di un problema molto diffuso. Tuttavia, le ulcere, le irritazioni e le lesioni della bocca sono dolorose, sgradevoli e possono interferire con il mangiare e il parlare. Qualsiasi dolore alla bocca che persiste per una settimana o più dovrebbe essere esaminato da un dentista. Lo specialista è colui che può raccomandare una biopsia (rimozione del tessuto per l'analisi), che di solito può determinare la causa ed escludere malattie gravi come il cancro e l'AIDS.

Lesioni bocca: le diverse tipologie

Quando ci si trova di fronte a lesioni pigmentate del cavo orale o a lesioni rosse del cavo orale, è del tutto normale preoccuparsi. Anche per questo è importante contattare il dentista il prima possibile che verificherà con una serie di test diagnostici che non si tratti di lesioni precancerose del cavo orale. Con una lesione bianca bocca le possibili cause sono tante, meglio quindi chiedere il parere di uno specialista per capire quale sia effettivamente il problema. Tra le lesioni bocca rientrano anche le piaghe da ulcera, delle piccole protuberanze o piaghe bianche che sono circondate da un’area rossastra. Sebbene le afte non siano contagiose, vengono spesso scambiate per herpes labiale causate dal virus dell'herpes. Può essere utile ricordare che le afte compaiono all'interno della bocca, mentre l’herpes di solito compare fuori dalla bocca. Le piaghe di ulcera possono ripresentarsi ed essere minori (piccole), maggiori (grandi) o erpetiformi (multiple, in gruppi o in gruppi).

Le afte sono condizioni comuni e spesso si ripresentano. Sebbene la causa esatta non sia nota, alcuni esperti ritengono che possano essere coinvolti problemi con il sistema immunitario, batteri o virus. Fattori come stress, traumi, allergie, fumo, carenza di ferro o altre vitamine e l'ereditarietà contribuiscono anche rendere più probabile soffrire di mughetto. Tra le lesioni bocca abbiamo poi anche l’herpes labiale o herpes simplex. Si tratta di un gruppo di vesciche che compaiono intorno alle labbra e talvolta sotto il naso o sul mento. L’herpes labiale è molto contagioso e di solito la prima infezione si verifica nei bambini. Una volta che la persona è stata infettata, il virus rimane nel corpo, causando occasionalmente attacchi ricorrenti. In alcune persone, tuttavia, il virus rimane inattivo per lunghissimi tempi o persino per sempre.

Lesioni del cavo orale: leucoplachia e candidosi

La leucoplachia è una delle lesioni bocca e si presenta come una spessa placca biancastra all'interno della guancia, delle gengive o della lingua. È spesso associata al fumo e al tabacco da masticare, sebbene altre cause possano essere protesi mal adattate, denti rotti e morsi delle guance. Poiché il 5% dei casi di leucoplachia si trasforma in cancro, il dentista eseguirà una biopsia. La leucoplachia viene solitamente curata smettendo di fumare. La candidosi o mughetto è invece un'infezione fungina causata dalla candida abicans (un fungo). Si riconosce dalle macchie cremose giallastre o rossastre che compaiono sulle superfici umide della bocca. I tessuti sotto la placca possono ferire e l'infezione fungina della bocca si verifica più spesso in coloro che indossano protesi, neonati, persone indebolite dalla malattia e persone il cui sistema immunitario non funziona correttamente. Anche coloro che soffrono di secchezza delle fauci, che stanno assumendo o hanno appena terminato un ciclo di antibiotici, sono più suscettibili rispetto agli altri di contrarre l'infezione.

Lesioni bocca: i trattamenti validi

Il trattamento varia a seconda del tipo di disturbo riscontrato dal dentista. Per le piaghe da ulcera, ad esempio, basterà in genere aspettare circa 7-10 giorni perché si verifichi la guarigione. Si potranno utilizzare anche degli unguenti topici da banco e degli antidolorifici per avere un sollievo temporaneo. L'uso di collutori antimicrobici aiuta a ridurre l'irritazione ma, a volte, vengono prescritti antibiotici per ridurre un'infezione secondaria. Con l’herpes labiale le vesciche di solito si risolvono in circa una settimana.

Poiché le infezioni da herpes non possono essere curate, le vesciche possono riapparire durante periodi di disturbi emotivi, esposizione alla luce solare, allergie o febbre. Gli anestetici topici da banco possono fornire un sollievo temporaneo. I farmaci antivirali su prescrizione possono ridurre questi tipi di infezioni virali. Consulta il tuo medico o dentista in merito. Nel caso di lesioni bocca come la leucoplachia, il trattamento inizia rimuovendo i fattori che causano le lesioni. Per alcuni pazienti, questo significa smettere di fumare o masticare tabacco. Per altri, significa scartare protesi mal adattate e sostituirle con protesi che si adattano adeguatamente. Il tuo dentista monitorerà la condizione, esaminando la lesione a intervalli da tre a sei mesi, a seconda del tipo, della posizione e delle dimensioni della lesione.
Lesioni bocca