coppia abbracciata

Check up ai denti in omaggio!

Approfittane subito!

RICHIEDI INFO

Parodontite acuta

Parodontite acuta
La parodontite è una patologia davvero molto pericolosa che, se viene sottovalutata, può portare a conseguenze molto negative per la salute generale del cavo orale. Nei casi più gravi la parodontite può causare anche la caduta del dente, anche per questo è decisamente importante saper riconoscere per tempo i sintomi così da recarsi tempestivamente dal dentista. La parodontite acuta colpisce anche i giovani e può causare tasche parodontali, mobilità dentale e anche la perdita dei denti, meglio quindi investire tempo ed energia nella prevenzione.

Sintomi parodontite acuta

Quando si ravvisano sintomi tipici della parodontite acuta come le infiammazioni gengivali e la mobilità dentale bisogna fare molta attenzione. Nelle prime fasi infatti questa patologia si presenta con delle gengiviti piuttosto frequenti accompagnate da sanguinamento e gonfiore delle gengive. La causa di queste gengiviti è la placca che si accumula su denti e gengive giorno dopo giorno a causa di una igiene orale assente o carente. Se trascurata la placca si trasforma poi in tartaro e può originare carie o gengiviti che, a loro volta, possono degenerare in parodontite acuta o cronica. I batteri che sono contenuti nella placca e nel tartaro infatti vanno a intaccare il parodonto, ovvero il tessuto di sostegno del dente, e possono portare a conseguenze molto serie come la retrazione delle gengive, la perdita del tessuto osseo e anche la caduta dei denti. Ma in cosa differisce la parodontite acuta o aggressiva da quella che possiamo definire normale? La prima differenza è quella dell’età dei pazienti, la parodontite acuta infatti colpisce prevalentemente i giovani.

Inoltre la parodontite acuta è facilmente distinguibile anche per l’estrema velocità nella sua diffusione. Tra le cause scatenanti dobbiamo includere oltre alla scarsa igiene orale anche la predisposizione genetica e la pessima abitudine del fumo. La parodontite aggressiva giovanile è invece una patologia che colpisce anche i pazienti più giovani che non hanno mai manifestato precedenti patologie e che progredisce molto rapidamente. Nella stragrande maggioranza dei casi però questo tipo di parodontite ha anche una familiarità. Rispetto alla forma cronica, la parodontite acuta progredisce anche 3 o 5 volte più velocemente, anche per questo è importante fare una diagnosi precoce così da limitare i danni. La parodontite acuta e aggressiva è comunque facilmente riconoscibile per via della rapida perdita di tessuto gengivale. Si manifesta molto spesso nei giovani con meno di 30 anni ma, in presenza di scarsa igiene orale, può colpire pazienti di qualsiasi età. In età adolescenziale la parodontite acuta tende a presentarsi solo in forma localizzata mentre, in età adulta, è quasi sempre in forma generalizzata. L

Parodontite acuta cura

Parlando di parodontite acuta terapia e possibili cure possono essere molto efficaci ma solo con una diagnosi precoce. Per curare questa forma di parodontite così aggressiva sarà necessario batterla sul tempo e magari accompagnare il trattamento con la somministrazione di antibiotici. In alcuni casi il dentista dovrà procedere anche alla cura delle tasche parodontali e a trattamenti chirurgici. La parodontite acuta comunque può essere tenuta sotto controllo anche tramite la rimozione di placca e tartaro a livello sopra e sottogengivale mediante l’utilizzo di strumenti a ultrasuoni. Nei casi più gravi di parodontite acuta occorre ricorrere a interventi chirurgici che possono agire sul rimodellamento osseo e essere di chirurgia plastica gengivale. In altri casi la cura proposta dovrà essere di tipo rigenerativo e quindi mirati a migliorare la rigenerazione dei tessuti parodontali. Nei casi molto gravi di parodontite cronica, ad esempio, spesso si ricorrere a un intervento chirurgico per pulire i tessuti e rigenerare l’osso.

Nel caso di parodontite acuta invece le terapie quasi sempre devono essere accompagnate anche da una terapia antibiotica. Quando si diagnostica una parodontite ulcero necrotizzante inoltre si tenga conto che lavarsi i denti diventa quasi impossibile per via del dolore e quindi bisognerà procedere con risciacqui di clorexidina. A differenza che con la parodontite cronica, il trattamento della parodontite acuta deve essere rapido e necessita della somministrazione di antibiotici sistemici o locali perché spesso i batteri si accumulano nei tessuti gengivali. Il nostro consiglio è quello di andare dal dentista già al primo sintomo per ottenere una diagnosi rapida e minimizzare il rischio di danni seri al cavo orale. Inoltre prima di intraprendere un trattamento ortodontico sarebbe meglio prima accertarsi di non soffrire di questa patologia. Gli individui affetti da parodontite acuta non diagnosticata che si sottopongono a un trattamento ortodontico potrebbero subire una ulteriore progressione rapida della patologia. Per eseguire la corretta diagnosi della parodontite il dentista utilizza una normale sonda parodontale e saprà subito dare i consigli giusti dal punto di vista della terapia. La diagnosi di parodontite acuta si può fare comunque in presenza di tre diverse condizioni che sono la velocità dello sviluppo della malattia, la presenza di casi in famiglia e l’assenza di patologie. La parodontite acuta localizzata colpisce comunque prevalentemente i primi molari o gli incisivi causando perdita di attacco nelle tra i denti.
Parodontite acuta